VIOLENZA ALLE DONNE: UN TUNNEL INFINITO

TI HANNO VIOLENTATO
Flash folgoranti ti abbagliano
ricordi del passato
serpeggiano nella tua mente
Giorni senza respiro.
Il tuo cuore si ribella,
i tuoi occhi senza lacrime,
la tua bocca senza sorriso.
Cosa ti hanno fatto?
Erano in molti,
ti hanno violentato.
Sognavi un romantico amore,
qualcuno che ti donasse un fiore.
Invece il tuo sogno si è infranto,
 tu a lungo hai pianto.

Scrivo questo articolo in occasione dell’8 marzo 2009.Penso che questa volta non ci sia niente da festeggiare.Mi è venuto in mente di parlare di violenza sulle donne dopo avere ricevuto per mail un reportage esclusivo di ‘IO DONNA’ su quello che stanno subendo le congolesiin questa guerra (di cui nessuno parla) che dura 10 anni.Vengono sistematicamente stuprate, violentate, il loro corpo è martoriato. Il titolo del reportage è: ‘ CONGO, l’inferno nel nostro corpo’.

In Italia cosa succede? Sembra incredibile ma in questa nostra ‘italia civile’ si stanno verificando, (in questo ultimo periodo) dal Nord al Sud della penisola gravi episodi di strupri e di violenza ai danni di donne di qualsiasi età. Non passa giorno che non si sente parlare di ragazze violentate a Roma, Milano, Padova, Palermo ecc. Perché succede tutto questo? Il discorso è complesso. Secondo il mio parere ancora oggi molti uomini non hanno capito che la donna oltre a un corpo , ha anche un cuore e un cervello e prova delle sensazioni (forse superiori all’uomo). La pubblicità che ci propina la TV ci mostra un tipo di donna che in realtà non esiste. In molti spot la donna è presentata come ornamento per reclamizzare un’automobile,un profumo e perfino i cioccolatini. Che tristezza!

Le tappe attraverso cui le donne hanno affermato il loro ruolo nella società coprono un lungo arco di tempo e sono legate alla trasformazione che siè attuata nella società stessa. La rivoluzione industriale ha portato il principio dell’uguaglianza dal piano teorico al piano pratico e si sono potuti ottenere uguali diritti per uomini e donne. Anche se c’è stata la conquista dell’uguaglianza dei diritti, rimangono ancora delle differenze marcate sul piano del costume e della mentalità.
Esistono 2 tipi di violenza: fisica e psicologia. Secondo una ricerca americana, in Italia ancora oggipersiste una notevole disuguaglianza di trattamento sul piano sociale. Le donne italiane sono ancora troppo discriminate, soprattutto in famiglia.

La donna è cambiata, si è evoluta, ma ancora molti uomini sono rimasti ancorati al vecchio e comodo (per loro) stereotipo che l’uomo deve essere cnsiderato un poco superiore alla donna. Superiore in che cosa? Forse nell’aggressività e nella violenza? Secondi alcuni uomini (sicuramenti affetti da devianza) si può aproffittare del corpo femminile fino ad arrivare allo stupro. Non esistono pene severe per questo misfatto.

Bisognerebbe equiparare lo stupro ad un crimine contro l’umanità e il governo italiano dovrebbe emanare delle pene severissime contro gli stupratori, sia italiani che stranieri.
La Violenza è terribile, bisogna dire BASTA a questi soprusi e condannare il colpevole. Sono favorevole alla pena dell’ergastolo per lo stupratore perchè la vittima della violenza, non avrà più una vita normale e può essere soggetta a depressione e turbe psichiche.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.